bonus pubblicita’ 2023

BENEFICIARI – Imprese, lavoratori autonomi ed enti non comemrciali

SPESE AGEVOALTEInvestimenti pubblicitari effettuati sulla stampa quotidiana e periodica, anche online. A differenza degli anni precedenti, vengono eslcuse le emittenti radio televisi

Sono escluse altre forme di pubblicità: cartelloni fisici, volantini cartacei, pubblicità su vetture, schermi di sale cinematografiche, pubblicità su social e piattaforme online, ecc

CONDIZIONE

Condizione 1 – Iscrizione al Tribunale o ROC del giornale. Gli investimenti sono agevoalti a patto che vengano effettauti su giornali iscritti:

  • presso il comptente tribunale
  • o presso il Registro degli Operatori di Comunicazione (ROC)

Le spese sono agevoalte anche se fatturate da un’agenzia di comunicazione/intermediazione a patto che in fattura sia evidenata separatamente la spesa per l’itnermediazione (spesa non agevolata)

Condizione 2 – Investimento incrementale. L’investimento 2023 deve essere “incrementale” almeno dell’ 1% rispetto anno precedente. A differenza degli anni precedenti non è quindi agevolata l’intera spesa a prescindere dall’incremento rispetto l’anno precedente. Il Bonus pertanto non può essere fruito da chi l’anno precedente ha sostenuto zero spese, e dai soggetti neo-costituiti.

AGEVOLAZIONECredito d’imposta del 75% sull’incremento in investimenti pubblicitari.

DOMANDA

  • Step 1 – Prenotazione degli investimenti presunti : dal 01.03.2023 al 31.03.2023
  • Step 2 – Comunicazione degli investimenti effettivamente sostenuti: dal 09.01.2024 al 09.02.2024

SCARICA PDF

Potrebbe Interessarti

Iscriviti alla
Newsletter

Rimani informato su tutte le novità
economiche fiscali, bandi e agevolazioni

SCOPRI

Contatti

SCARICA LA BROCHURE
CONTINUA A SCORRERE