contributo per sostituzione veicoli inquinanti per pmi – regione lombardia

BENEFICIARI

Micro, Piccole e Medie Imprese aventi sede operativa in Lombardia

SOGGETTI ESCLUSI

Sono escluse dalla presente misura di incentivazione le imprese attive nel settore del commercio/intermediazione di veicoli individuate da almeno uno dei seguenti codici ATECO (anche solo come attività secondaria):

  • 45.11.01- Commercio all’ingrosso e al dettaglio di autovetture e di autoveicoli leggeri
  • 45.11.02 – Intermediari del commercio di autovetture e di autoveicoli leggeri
  • 45.40.11 – Commercio all’ingrosso e al dettaglio di motocicli e ciclomotori
  • 45.40.12 – Intermediari del commercio di motocicli e ciclomotori.

FINALITA’

L’intervento è finalizzato al rinnovo di veicoli inquinanti circolanti in Lombardia con veicoli a basso impatto emissivo destinati al trasporto di merci e di persone, a fronte di radiazione per demolizione un veicolo con alimentazione a benzina e/o a gas fino ad Euro 2/II incluso o diesel fino ad Euro 5/V incluso o per esportazione all’estero un autoveicolo euro 5/V

INVESTIMENTI AMMISSIBILI

Sono ammissibili investimenti per l’acquisto di autoveicoli per il trasporto di persone o di merci (in conto proprio o in conto terzi) di categorie Le, N1, N2, N3, M1, M2 e M3 o di e-cargo bike di proprietà di MPMI aventi sedeoperativa in Lombardia, in grado di garantire bassissime emissioni di inquinanti, con contestuale radiazione per demolizione di un autoveicolo intestato alla medesima impresa per il trasporto persone o di cose (benzina e/o gas fino a Euro 2/II incluso e/o diesel fino ad Euro 5/V incluso) o per esportazione all’estero (solo diesel Euro 5/V).

Ciascuna impresa può presentare fino a 4 domande di contributo a valere sulla presente misura

I veicoli acquistati devono essere immatricolati per la prima volta in Italia. Non sono ammissibili gli acquisti di veicoli già immatricolati.

Non sono ammissibili gli acquisti di veicoli per il trasporto di persone destinati al Trasporto Pubblico Locale (TPL) di linea e non di linea, incluso il servizio di noleggio con conducente (NCC), ai sensi della normativa vigente.

REQUISITI VEICOLO DA RADIARE

Il veicolo da radiare deve essere intestato all’impresa che richiede il contributo da minimo 12 mesi prima dalla data di presentazione della domanda.

La radiazione deve essere successiva alla data di apertura del bando attuativo. I veicoli da radiare devono essere in regola con il pagamento della tassa automobilistica.

AGEVOLAZIONE

L’agevolazione consiste nella concessione di un contributo a fondo perduto variabile in base alla categoria dei veicoli, alla classe emissiva e al livello di emissioni prodotte secondo le tabelle seguenti.

I contributi maggiori sono attribuiti ai veicoli ad emissioni zero (tab. 1). Le bassissime emissioni di PM10 e NOX sono garantite dalla appartenenza alla classe ambientale Euro 6D o Euro VI.

Tabella 1 – Veicoli ad emissione zero

* per le e-cargo bike (velocipedi a pedalata assistita per il trasporto merci) il contributo erogato non deve superare il costo sostenuto per l’acquisto, IVA esclusa e dedotti eventuali contributi statali ed è pari a 1.000 € senza radiazione e 2.500 € con radiazione di un veicolo

** per i veicoli di categoria L (esclusivamente elettrici) il contributo erogato non deve superare il costo sostenuto per l’acquisto, IVA esclusa e dedotti eventuali contributi statali

Tabella 2 – Veicoli endotermici di classe Euro VI/6D

* Emissioni CO2<200 g/km (ciclo WLTP)

** gas naturale, compreso il biometano, in forma gassosa (gas naturale compresso — GNC) e liquefatta (gas naturale liquefatto — GNL) individuati come clean vehicles dalla Direttiva 2019/1161

Relativamente alle autovetture (cat. M1), sono incentivate tutte quelle a zero emissioni e tra le motorizzazioni endotermiche alimentate a benzina, gasolio, metano e GPL esclusivamente quelle ad uso speciale. Il prezzo base di acquisto (prezzo di listino del modello base), al netto dell’IVA e di eventuali allestimenti opzionali delle autovetture M1 incentivate non deve superare l’importo di 45.000 euro.
I veicoli di categoria L incentivati sono solo quelli ad alimentazione elettrica esclusiva (cat. Le).
È obbligatoria la radiazione di un veicolo di categoria N o M ad eccezione dell’acquisto di e-cargo bike per il quale è previsto un contributo ridotto in caso di acquisto senza radiazione.
Ai fini della presente misura, l’intestazione all’impresa beneficiaria del veicolo da radiare deve essere antecedente a 12 mesi dalla data di presentazione della domanda.

DOMANDA

Per l’assegnazione delle risorse si prevede la pubblicazione di un bando attuativo, entro 90 giorni dall’approvazione del provvedimento (08.04.2024)

L’assegnazione del contributo avviene sulla base di una procedura valutativa “a sportello” con prenotazione delle risorse

La procedura prevede una prima fase di prenotazione e relativa concessione del contributo e una successiva fase di rendicontazione e liquidazione del contributo.

La domanda di contributo è presentata sulla piattaforma telematica di Unioncamere Lombardia dall’impresa richiedente in possesso dell’ordine di acquisto del veicolo da incentivare che deve essere allegato alla domanda
stessa. La data dell’ordine di acquisto deve essere successiva alla data di apertura del bando attuativo della presente misura.

La domanda è presentata dall’impresa prima del perfezionamento dell’acquisto del veicolo.

SCARICA PDF

Potrebbe Interessarti

Iscriviti alla
Newsletter

Rimani informato su tutte le novità
economiche fiscali, bandi e agevolazioni

SCOPRI

Contatti

SCARICA LA BROCHURE
CONTINUA A SCORRERE