INVEST IN ITALY – IL POSTO GIUSTO AL MOMENTO GIUSTO

PREMESSA

Invest in Italy è la piattaforma per accompagnare e supportare gli investitori esteri in tutti gli adempimenti e le pratiche utili alla realizzazione di investimenti produttivi in Italia, dalla fase di negoziazione fino alla sua esecuzione, compresa l’eventuale domanda di incentivazione.

COME FUNZIONA

La procedura per avviare le richieste prevede una prima fase di ingaggio, attraverso l’identificazione e la qualificazione dall’investimento, a cui segue la presa in carico da parte di un team negoziale e del relativo tutor.

Questi si occupano di accompagnare l’investitore in tutti gli adempimenti funzionali, come mettere a disposizione una migliore comprensione del sistema Italia, attivare la ricerca dei siti di insediamento/espansione adatti, facilitare il dialogo con le amministrazioni centrali e locali e indirizzare il dialogo con la filiera, i centri di ricerca, le università e le scuole tecniche superiori.

I tecnici del Ministero supportano inoltre i soggetti interessati a individuare gli incentivi più idonei a sostenere gli investimenti e a costruire relazioni con i centri per l’impiego regionali e le agenzie di collocamento locali per la ricerca di personale, seguendo tutto il processo di ottenimento dei visti, autorizzazioni e permessi di lavoro per il personale degli investitori stranieri non UE.

ITALIA: IL LUOGO MIGLIORE DOVE INTESTIRE – TRADIZIONE, TALENTI, INNOVAZIONE

  • La reputazione globale di eccellenza dell’Italia e dei suoi settori industriali, è ben rappresentata dal marchio “Made in Italy“.
  • Il nostro Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) è un piano globale che mira a modernizzare e trasformare l’economia italiana, focalizzandosi su innovazione, sostenibilità e digitalizzazione.
  • Supportiamo le aziende che creano valore investendo in Italia, con un’ampia gamma di incentivi e benefici fiscali.
  • Disponiamo di procedure amministrative semplici e veloci.
  • Offriamo un’ottima qualità della vita: un ambiente imprenditoriale vivace, con condizioni di vita uniche al mondo.

PERCHE’ L’ITALIA? IL POSTO GIUSTO AL MOMENTO GIUSTO

1) L’ECONOMIA E LA CRESCITA

3° economia nell’Unione Europea e 10° nel mondo. Negli ultimi anni l’Italia ha dimostrato grande resilienza.

L’attrattività del Paese come destinazione finale per gli investimenti esteri è in forte crescita, come documentato dai trend recenti. Oggi, il Paese emerge come destinazione unica per gli investimenti di imprese che vogliono espandersi a livello internazionale. Qualche numero:

  • +17% crescita degli IDE: Superiore alle altre principali economie europee  (EY Europe Attractiveness Survey, 2023)
  • € 24,1 mld capitale estero attratto: 3° paese più attrattivo nell’UE (the fDi Report 2023)
  • 4° per numero di imprese a proprietà straniere: Tra i paesi della UE nel manifatturiero (Eurostat, 2021)

L’Italia ha intrapreso un percorso strategico per rafforzare il proprio status di polo imprenditoriale internazionale, mettendo in campo un impegno senza precedenti nel sostenere le imprese che vogliono entrare a far parte di un ecosistema straordinario. Al centro del nostro Piano di Ripresa e Resilienza c’è una missione comune: far crescere l’Italia. Investendo in ricerca e sviluppo all’avanguardia, promuovendo la capacità produttiva nelle catene del valore strategiche e rafforzando i nostri sistemi e strutture di istruzione e sanità, il Piano ridefinisce il futuro dell’Italia.

2) MADE IN ITALY

Il Made in Italy è il marchio iconico simbolo di qualità e di innovazione, attenzione ai dettagli e dedizione all’eccellenza tramandata attraverso le generazioni. Il Made in Italy è celebrato in numerosi settori, tra cui meccanica, automotive, aerospaziale, design e architettura, moda e tessuti, ceramica, agroalimentare e molti altri.

3) SETTORI STRATEGICI

La leadership italiana è sostenuta anche dalla straordinaria competenza manifatturiera e innovativa in un considerevole numero di settori strategici. 

Grazie ad un tessuto industriale diversificato, il nostro Paese vanta catene del valore estese e complete, caratterizzate da cluster specializzati che coprono ogni fase dei processi di ricerca, sviluppo e produzione.

4) LA PORTA MEDITERRANEA PER L’EUROPA

Quale piattaforma naturale nel cuore del Mar Mediterraneo, l’Italia si erge come ponte tra i continenti, vantando una connettività senza pari in questa regione. L’accesso agevole all’Europa, all’Africa e al Medio Oriente, la rendono l’hub ideale per il commercio internazionale e gli investimenti.

La posizione privilegiata dell’Italia è ulteriormente sottolineata dalla sua ampia connettività alle reti di trasporto trans-europee (TEN-T). Dei nove corridoi cruciali per migliorare le connessioni tra i mercati europei, quattro attraversano l’Italia: il Baltico-Adriatico, lo Scandinavo-Mediterraneo, il Reno-Alpino e il Mediterraneo.

  • 62 porti e 24 interporti i porti italiani mostrano un eccezionale dinamismo. Nel 2022 hanno gestito oltre 490 mln di tonnellate di merci e accolto 61,4 mln di passeggeri.
  • 7 dei 15 principali e migliori interporti europei si trovano in Italia

L’ECCELLENZA ITALIANA NEI SETTORI STRATECIGI

Automotive – L’Italia è tra i principali paesi produttori di automobili in Europa ed è apprezzata in tutto il mondo per i suoi marchi di lusso, le auto sportive, il design e la qualità delle produzioni. Grazie alla sua solida base industriale, alla qualità delle risorse umane e all’eccellenza nel design e nella ricerca, l’Italia è l’ambiente ideale per le imprese straniere che vogliono essere all’avanguardia nella transizione verso una mobilità sostenibile e intelligente.

Scienze della vita – Il settore Scienze della Vita svolge un ruolo strategico per l’economia italiana. L’Italia ha guadagnato una reputazione globale come uno dei poli più competitivi per gli investimenti in Europa nel comparto farmaceutico, biomedicale, biotecnologicoe sanitario. Il vantaggio competitivo del Paese deriva dalla solida presenza di multinazionali, dall’ecosistema della ricerca di prim’ordine e dalle forti sinergie tra i numerosi attori dell’innovazione.

Immobiliare – ll settore immobiliare è sempre stato un settore strategico per l’economia italiana e negli ultimi anni il peso legato ai servizi è diventato più rilevante rispetto al tradizionale settore edile, garantendo un ambiente professionale di alta qualità. Diversi fattori hanno determinato l’attrazione degli investimenti corporate che ammontano a 11,7 miliardi di euro nel 2022, di cui il 70% proveniente da fonti estere.

Microelettronica e Semiconduttori – L’Italia è fortemente impegnata a rafforzare e consolidare il proprio ruolo strategico come centro europeo per le tecnologie microelettroniche e dei semiconduttori. Con il lancio dell’European Chips Act, che mobiliterà una straordinaria quantità di risorse per aumentare la ricerca sui chip, la capacità produttiva e la cooperazione internazionale, l’Italia si pone in prima linea nella definizione del futuro del settore microelettronico europeo, grazie al suo vasto tessuto industriale ed innovativo. 

Macchinari e Meccatronica – L’Ingegneria Meccanica Italiana ha storicamente rappresentato una forza trainante per l’economia del paese. Investire nell’industria italiana dei Macchinari e della Meccatronica significa entrare a far parte di un ecosistema dinamico in cui convergono innovazione, talento e dedizione all’eccellenza. 

Logistica e Infrastrutture – L’Italia dispone di un’infrastruttura di trasporto ben sviluppata che comprende una vasta rete di autostrade e ferrovie. Al centro del Mar Mediterraneo, l’Italia gioca un ruolo strategico nella Rete Centrale TEN-T, poiché 4 dei 9 corridoi essenziali per aumentare i collegamenti tra i mercati europei attraversano l’Italia: il Baltico-Adriatico, lo Scandinavo-Mediterraneo, il Reno-Alpi e il Mediterraneo.

Aereospazio – L’Italia ha una ricca tradizione nel settore aerospaziale e oggi vanta un fiorente ecosistema che combina tecnologia all’avanguardia con una radicata passione per l’esplorazione spaziale e le nuove scoperte. L’Italia si posiziona al terzo posto nell’UE per numero di imprese e addetti nel settore. Ciò che distingue l’Italia è la sua completa catena del valore aerospaziale, che comprende servizi di progettazione, sistemi aeronautici, produzione di motori, fabbricazione di componenti, assemblaggio, manutenzione e servizi di supporto.

ICT – Il mercato ICT in Italia è in costante crescita, trainato dalla domanda di tecnologie e servizi da parte delle imprese che puntano alla trasformazione digitale dei loro processi. La Transizione Digitale è una priorità trasversale del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), che attraverso ingenti investimenti pubblici, è destinato a contribuire in modo significativo alla crescita esponenziale di questo mercato in Italia.

Greentech – L’Italia sta rapidamente procedendo verso la transizione energetica grazie ad un chiaro impegno governativo  su energia e clima, all’ampia disponibilità di fonti di energia rinnovabile e a una posizione geografica strategica.

Industria alimentare e tecnologia agroalimentare – L’Italia è leader mondiale nell’industria agroalimentare, e si distingue per la sua storica cultura legata al cibo e per la tradizionale vocazione verso la sicurezza e la qualità degli alimenti. 

Moda Desgin e Arredo – Creatività senza eguali, eccellenza nel design riconosciuta a livello mondiale, stile inconfondibile e arte che cattura l’immaginazione: tutti questi elementi convergono nella percezione del Made in Italy nel mondo. L’aura di fascino che circonda il Paese si riflette nella moda e nell’arredo, settori rinomati per la qualità dei materiali e delle lavorazioni, grazie soprattutto alle competenze artigianali uniche.

Economia Circolare – Quale seconda economia manifatturiera Europea e vantando una posizione strategica nel cuore del Mediterraneo, l’Italia offre uno dei migliori ambienti imprenditoriali nell’UE per l’adozione e per lo sviluppo di nuove attività manifatturiere, di ricerca e sviluppo e di valorizzazione dei rifiuti, nel quadro dei principi dell’economia circolare.

Industria Chimica – Dalle scoperte rivoluzionarie del premio Nobel Giulio Natta, che hanno rivoluzionato la Chimica dei Polimeri, alla leadership odierna nelle tecnologie pionieristiche per la Chimica Verde, l’Italia continua a guidare l’innovazione in questo settore.

I NOSTRI PILASTRI DI COMPETITIVITA’

  • Tessuto industriale – La capacità manifatturiera italiana può offrire alle aziende estere grandi opportunità di crescita in molti settori industriali e filiere produttive.
  • Ecosistema dell’innovazione – Il sistema nazionale della Ricerca, comprendente istituti di ricerca pubblici altamente specializzati e numerose università, fornisce un’ottima piattaforma per collaborare e co-progettare soluzioni innovative.
  • Talenti – Un ampio talent pool con un accentuato know-how tecnologico ed ingegneristico.
  • Incentivi e Benefici fiscali – Gli investimenti previsti dal PNRR mirano a rilanciare la produttività e la crescita economica del Paese per renderlo più digitale, dinamico, sostenibile e inclusivo. Per gli investitori esteri è disponibile un’ampia gamma di incentivi e benefici fiscali, dal supporto a progetti industriali ad attività di R&S.

I NOSTRI SERVIZI

Servizi informativi

Avviare un attività in Italia

  • leggi, normative, procedure amministrative
  • mercato del lavoro
  • tasse, agevolazioni fiscali, aree a fiscalità di vantaggio (ZES)

Sistema Industriale ed ecosistema dell’innovazione

  • analisi di settore
  • analisi delle filiere produttive locali
  • analisi dell’ecosistema dell’innovazione

Sistema di incentivazione nazionale

  • strumenti a disposizione per i diversi tipi di investimento
  • intensità di aiuto massime prevedibili (in accordo alla regole UE)
  • criteri di ammissibilità e modalità di accesso agli incentivi

Servizi di accompagnamento all’investimento

  • Ricerca di opportunità localizzative selezione di siti di potenziale interesse per la localizzazione in Italia
  • Dialogo e coordinamento con Ministeri, Amministrazioni Locali, Enti per le procedure amministrative e l’ottenimento dei permessi necessari
  • Dialogo e coordinamento con società che gestiscono le infrastrutture per l’erogazione di energia elettrica, acqua, gas
  • Dialogo con operatori di filiera, Università e Centri di Ricerca al fine di realizzare collaborazioni e sinergie
  • Analisi dei piani di investimento e dei requisiti di sostenibilità
  • Identificazione degli strumenti di incentivazione idonei al tipo di investimento proposto
  • Accompagnamento all’accesso agli incentivi

Servizi Aftercare

  • Supporto nel dialogo con i centri per l’impiego regionaliagenzie di placement agenzie di lavoro locale per la ricerca e selezione del personale
  • Affiancamento nell’ottenimento di visti, nulla osta e permessi di lavoro per il personale di investitori esteri extra UE
  • Aggiornamento sulle novità di carattere normativo o sui nuovi strumenti di incentivazione
  • Identificazione di nuove opportunità di investimento
  • Identificazione di soggetti industriali, Università e Centri di Ricerca per realizzare nuove sinergie funzionali al progetto di espansione

SCARICA PDF

Potrebbe Interessarti

Iscriviti alla
Newsletter

Rimani informato su tutte le novità
economiche fiscali, bandi e agevolazioni

SCOPRI

Contatti

SCARICA LA BROCHURE
CONTINUA A SCORRERE