LE 10 REGOLE PER MIGLIORARE LA PROPRIA CENTRALE RISCHI

Indici e regole che tutte le imprese che hanno debiti verso il sistema bancario dovrebbero valutare e monitorare per migliorare il merito creditizio.

La Centrale dei rischi (CR) è una banca dati, gestita dalla Banca d’Italia, che contiene le informazioni sui debiti di famiglie e imprese verso il sistema bancario e finanziario registrando così la loro storia creditizia. Attraverso la CR le banche valutano la capacità dei clienti di restituire i finanziamenti concessi determinando così il merito creditizio e le condizioni da applicare.

Con le nuove regole del default aziendale in vigore dal 1° gennaio 2021 e le modifiche che l’EBA ha apportato alle procedure di concessione del credito da parte delle banche, appare sempre più importante la necessità di monitorare costantemente la propria Centrale Rischi seguendo i suggerimenti ed apportando tutti i correttivi necessari.

REGOLA 1 – Monitoraggio costante dei saldi bancari

Descrizione: utilizzare un sistema di tesoreria aziendale

Valori ottimali: contabilità aziendale = dati segnalati in centrale rischi

REGOLA 2 – Riconciliare bilancio con Centrale rischi

Descrizione: Verificare corrispondenza valori dei debiti finanziari a bilancio con quelli segnalati in CR

Valori ottimali: Totale utilizzato CR = Totale Debiti vs Banche

REGOLA 3 – Valore degli affidamenti correlato al reale fabbisogno finanziario

Descrizione: prima di richiedere un credito effettuare un’accurata analisi sulle esigenze finanziarie dell’azienda

Valori ottimali: rapporto utilizzato/accordato < 75%

REGOLA 4 – Evitare insoluti e sconfinamenti e pagare sempre le rate in scadenza

Descrizione: Nuove regole EBA

Valori ottimali: Sconfinamento o ritardo pagamento < 90 gg

REGOLA 5 – Monitoraggio DSCR con budget di tesoreria a 12 mesi

Descrizione: flusso di cassa al servizio del debito / (quota capitale annua debito + oneri finanziari)

Valori ottimali: DSCR > 1,2

REGOLA 6 – Distribuire proporzionalmente gli utilizzi tra tutte le banche segnalanti

Descrizione: utilizzare liness di credito verificando le disponibilità residue fra le diverse banche

Valori ottimali: utilizzo banca 1 = utilizzo banca 2 = utilizzo banca 3 = ecc ecc

REGOLA 7 – Comunicare e spiegare alla banca le operazioni che meritano approfondimenti

Descrizione: avere sempre un canale di comunicazione con la banca per evitare segnalazioni errate in CR

Valori ottimali: massima comunicazione con istituti di credito

REGOLA 8 – Verifica di eventi pregiudizievoli

Descrizione: a carico non solo dell’azienda ma anche degli imprenditori/garanti e altre società del gruppo

Valori ottimali: assenza di eventi pregudizievoli

REGOLA 9 – Puntualità nel pagamento dei fornitori e delle imposte

Descrizione: evitare scaduti e insoluti commerciali

Valori ottimali: insoluti e scaduti < 90 gg

REGOLA 10 – Utilizzo delle linee di credito in base ad un corretto equilibrio economico-finanzairio

Descrizione: utilizzare gli strumenti di finanza a breve solo per il fabbisogno di circolante

Valori ottimali: CCNO > utilizzato crediti a revoca

SCARICA PDF

Potrebbe Interessarti

Iscriviti alla
Newsletter

Rimani informato su tutte le novità
economiche fiscali, bandi e agevolazioni

SCOPRI

Contatti

SCARICA LA BROCHURE
CONTINUA A SCORRERE